Via Leonardo da Vinci, 2, 25010 San Zeno Naviglio BS   /   Contatti  -   Orari

Vasca di raffreddamento

Prezzo Incluso nella Spa
Orari Vedi orari Spa

Specifiche del trattamento


Come funziona

La vasca di raffreddamento si trova nell’area maschile, ma è usufruibile anche dalle donne nelle giornatead ingresso misto (giovedì e domeniche nella stagione d’apertura)

Per i romani il frigidarium era l’ambiente destinato ai bagni freddi e vi si accedeva solitamente una volta concluso il percorso termale, poteva avere forma rotonda o più spesso rettangolare, con una o più vasche (piscinae) di acqua fredda. Nella sala si giungeva attraverso il calidarium (bagno turco) e il tepidario.. Gli effetti benefici e salutari del frigidarium (vasca di reazione) sono ampi perché attraverso la vasodilatazione la pelle si tonifica, grazie all’allargarsi ed allo stringersi dei pori, donando molta vitalità, infatti aiuta la circolazione e garantisce un rafforzamento nel nostro sistema linfatico.

Nella Spa di Otium è disponibile un’ampia piscina fredda anche detta vasca di raffreddamento a 16° in cui è possibile immergersi in totale sicurezza, completando in modo ideale un percorso disintossicante e tonificante che restituirà vigore ed energia a tutto il corpo.

In Otium la vasca di raffreddamento è presente nell’area maschile ed è disponibile  per le  ospiti femminili solo il giovedì, il sabato e la domenica (da ottobre ad aprile).

L’immersione totale nella piscina fredda di reazione potenzia gli effetti tonificanti dell’acqua a bassa temperatura e va fatta dopo una doccia fredda preparatoria eseguita all’uscita della sauna oppure dal bagno turco: l’acqua fredda riporta a livelli normali la temperatura corporea e allena i vasi sanguigni, soprattutto i capillari.

Meglio evitare tuttavia di andare di colpo sotto la doccia fredda: l’abluzione dovrebbe cominciare dalla parte più lontana dal cuore, cioè dal piede destro, salire per la parte esterna della gamba fino al ginocchio, scendere all’interno, risalire di nuovo dall’esterno della gamba fino all’inguine e scendere per tutto l’esterno. Stessa operazione sulla gamba sinistra, poi sulle braccia fino al gomito, poi fino alla spalla, in seguito torace e faccia, ultimo la schiena. Tutta l’operazione è brevissima: richiede solo pochi secondi ma si rivela una pratica molto salutare.

Immergersi quindi completamente nella piscina fredda, testa compresa e per ultima, altrimenti si verificherebbe un afflusso di sangue eccessivo nella parte rimasta fuori. Iniziare a scendere con il piede destro e rimanere in acqua per almeno 2 minuti. L’immersione in acqua fredda alza il tono e la pressione sanguigna, dunque, è molto salutare per chi soffre di bassa pressione, sconsigliabile per chi è iperteso.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi