Via Leonardo da Vinci, 2, 25010 San Zeno Naviglio BS   /   Contatti  -   Orari

Massaggio – Svedese

Prezzo € 65
Prenotazione anticipata, chiamando il centro
Orari martedì e domenica

Specifiche del trattamento

Il massaggio svedese è un particolare tipo di massaggio occidentale caratterizzato  dall’esecuzione di differenti ma ben precise manipolazioni (sfioramenti, sfregamenti, impastamenti, frizioni, percussioni) di diverse intensità.

Generalmente viene interessato l’intero corpo ma, a seconda delle esigenze, è possibile trattare anche solo alcune aree.

Praticato con l’obiettivo di far recuperare  a  chi lo riceve uno stato di benessere complessivo, sia a livello fisico che a livello psichico, viene consigliato  anche in caso di malessere e disturbi fisici allo scopo di alleviarli il più possibile.

Con funzione di trattamento di supporto può eventualmente  essere  associato  alle terapie convenzionali, previa autorizzazione medica in caso di patologie.

Questi in dettaglio i benefici offerti dal massaggio svedese:

  • favorire il rilassamento, riducendo stress, nervosismi e stati ansiosi;
  • tonificare i muscoli e sciogliere eventuali tensioni;
  • praticare un’azione decontratturante e tonificante sui muscoli;
  • lenire i dolori muscolari e articolari;
  • stimolare la circolazione sanguigna e linfatica;
  • sollecitare l’eliminazione delle tossine accumulate nel corpo e la conseguente eliminazione dei liquidi in eccesso.

Il massaggio svedese praticato secondo il corretto protocollo può prevenire e ridurre la cellulite, migliorare l’aspetto della pelle, renderla più luminosa e morbida.

Inutile ricordare che è bene rivolgersi esclusivamente a massaggiatori professionisti operativi in strutture qualificate, i quali devono escludere la presenza di controindicazioni e ben compreso le necessità del cliente prima di effettuare il massaggio.

Il massaggio svedese prevede l’esecuzione di differenti ma ben precise tipologie di manipolazioni:

  • sfioramenti leggeri e profondi eseguiti all’inizio e, talvolta, anche alla fine della seduta, sfruttati per favorire il rilassamento dell’individuo e prepararlo alle manipolazioni successive. Di solito si tratta di manipolazioni di medio-bassa intensità;
  • sfregamenti: manipolazioni più energiche rispetto agli sfioramenti, vengono effettuate nel senso della circolazione venosa per favorire il drenaggio dei liquidi;
  • impastamenti superficiali e profondi: manipolazioni più energiche effettuate per stimolare la superficie dell’epidermide, la circolazione sanguigna e per favorire l’ossigenazione dei tessuti. Gli impastamenti superficiali, di solito, servono per “spremere” le aree interessate da adiposità localizzate, cellulite, ecc.;
  • frizioni: manipolazioni profonde, generalmente circolari, che provocano attrito fra tessuti adiacenti. La loro esecuzione dovrebbe migliorare l’afflusso di sangue;
  • percussioni: colpetti rapidi e ritmici effettuati allo scopo di tonificare sia la cute che i tessuti sottostanti e i muscoli. Vengono generalmente eseguite al termine del massaggio, ma non in tutte le parti del corpo.

Il massaggio svedese può comprendere anche l’esecuzione di vibrazioni per favorire il rilassamento muscolare: manipolazioni eseguite premendo la mano su una parte del corpo e facendola vibrare rapidamente.

In molti casi, oltre alle diverse tipologie di manipolazioni sopra menzionate, il massaggiatore può aggiungere esercizi di mobilità articolare ed esercizi di stretching passivo, al fine di completare gli effetti e di potenziare i benefici del massaggio svedese.

Normalmente, una seduta di massaggio svedese ha una durata di circa 50-60 minuti al termine dei quali si dovrebbe percepire una sensazione di benessere e di rilassamento generale.

Pur trattandosi di un massaggio e non di  terapia contro disturbi e malattie è possibile  che – se ben eseguito da massaggiatori professionisti – esso sia in grado  non solo di favorire il rilassamento psicofisico, ma al contempo di alleviare piccoli disturbi come dolori muscolari di vario genere, tensioni, contratture e di favorire la circolazione linfatica e sanguigna.

Alcuni studi condotti al fine di valutare la reale efficacia del massaggio svedese in ambito clinico hanno dato risultati positivi e confermato buona parte dei benefici attribuiti a questa tecnica di massaggio

Uno studio del condotto 2017, condotto su 48 pazienti statunitensi ricoverati in un’unità di terapia intensiva e affetti da ansia, ha dimostrato come l’esecuzione del massaggio svedese abbia contribuito a ridurre i sintomi ansiosi dopo soli 30 minuti dal termine della seduta.

Altri studi, invece, hanno evidenziato  come il massaggio svedese possa rivelarsi utile nell’alleviare il dolore lombosacrale e la lombalgia.

Come avviene per qualsiasi altra forma di massaggio, anche il massaggio svedese presenta alcune controindicazioni, tra le quali:

  • Infezioni cutanee (batteriche, virali o fungine) in corso;
  • presenza di ferite aperte, non guarite completamente, ustioni o lesioni cutanee;
  • febbre e infezioni sistemiche in corso , stati influenzali;
  • insufficienza cardiaca con edemi degli arti inferiori e/o presenza di patologie cardiovascolari
  • stati infiammatori, contratture recenti, fratture;
  • gravidanza
  • allergia nota agli oli da massaggio

Acquista online il massaggio